Un nuovo servizio per prevenire la solitudine e l’isolamento delle madri dopo il parto,  che garantisca un sostegno pratico ed emotivo per i genitori in difficoltà al momento del rientro a casa, dopo la nascita del loro bebè.

La sensazione di solitudine, di scarso supporto e comprensione, che spesso le donne vivono dopo il parto nel nostro contesto sociale, rappresentano un fattore da guardare con molta attenzione.

Poca, è purtroppo ancora, la coscienza sociale di quanto questi famosi 40 giorni post partum, siano in realtà un momento molto  difficile. In passato questa fase della vita di ogni neo mamma, era considerata come un momento sacro e delicatissimo, in cui la madre stessa aveva bisogno di essere accudita, per poter a sua volta, prendersi cura del  suo bambino. Erano le donne della sua famiglia o del villaggio, le amiche, le vicine di casa che la coccolavano, la massaggiavano, si occupavano della casa e della preparazione dei pasti.

Oggi tutto questo viene deriso.  L’immagine sociale di una maternità ideale e idealizzata dalle stesse donne nel post partum, si scontra con la realtà di un corpo che non è più come prima, di un allattamento che spesso non è così semplice come viene presentato, di un bambino con il quale non è detto che sia amore a prima vista, con la stanchezza fisica e mentale. E’ una fase caratterizzata da sbalzi d’umore fisiologici,  senso di insicurezza e forte solitudine, dove spesso anche i compagni e i mariti, faticano a trovare la via corretta per il supporto e la comunicazione.

In questo contesto, il servizio professionale di assistenza domiciliare post partum, da parte dell’Educatrice Perinatale, si traduce in un momento di sfogo e abbandono per la neo mamma, con una professionista qualificata in maternità e puericultura.

L’Educatrice Perinatale domiciliare si rende disponibile per:

  • Aiutare la mamma durante i primi giorni di allattamento al seno o al biberon
  • Garantire alla mamma qualche ora di sonno tranquillo, mentre lei si occuperà del suo piccolo, in totale sicurezza.
  • Aiutarla nei primi giorni, nelle cure del neonato: cambio pannolino, igiene quotidiana e bagnetto.
  • Insegnarle tecniche di contenimento e accudimento del neonato anche in situazioni di disagio (colichette, reflusso gastro-esofageo, stitichezza, pianto eccessivo, ecc.)
  • Insegnarle come massaggiare il piccolo con dolcezza, imparando il suo linguaggio “segreto”.
  • Accompagnare mamma e neonato, alle prime visite di routine.
  • Occuparsi dei pasti principali della mamma.
  • Occuparsi del neonato per qualche ora, mentre la mamma si dedica un momento per la cura della sua femminilità (estetista, parrucchiera, massaggio rilassante, ecc.)
  • Ascoltarla, ascoltarla e ancora ascoltarla! Con tutti i suoi dubbi, le sue domande, le sue ansie e le sue paure, totalmente normali e giustificabili.

Il servizio di assistenza professionale domicilare dell’educatrice perinatale è disponibile nei primi 40 giorni dopo il parto.

E’ possibile prenotare il servizio per l’intero periodo (40 giorni), per una sola settimana, per due, per tre…insomma, per il tempo necessario a far riprendere le forze fisiche e mentali alla neo mamma.

Gli orari di svolgimento del servizio di assistenza sono mattutini, dalle 9 alle 13 (modificabili in base alle necessità della mamma), dal lunedì al venerdì.

SE SEI INTERESSATA AD UN AIUTO NEL POST- PARTO, SCRIVIMI PER ULTERIORI INFORMAZIONI E TARIFFARIO.

 

Categorie: Senza categoria

Facebook
YouTube
Instagram